Antropologia della musica nelle culture mediterranee

26.00

Antropologia della musica nelle culture mediterranee
Interpretazione, performance, identità
Musical Anthropology in Mediterranean Cultures
Interpretation, Performance, Identity
a cura di / eds. Philip V. Bohlman  e Marcello Sorce Keller
con / with Loris Azzaroni

Disponibile

Descrizione

Antropologia della musica nelle culture Mediterranee è dedicato alla memoria di Tullia Magrini, Professore di Etnomusicologia e di Antropologia della musica presso il Corso di laurea in “Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo” (DAMS) e il Dipartimento di Musica e Spettacolo dell’Università di Bologna, venuta a mancare nel 2005. Il volume presenta caratteri particolari. Oltre a contenere tanto contributi in lingua italiana che in lingua inglese, come è immediatamente visibile, esso è realmente dedicato a Tullia Magrini in ogni sua parte, perché i saggi che contiene fanno riferimento diretto al suo lavoro e ai suoi interessi di studio e ricerca. Nel 1992 fondò lo Study Group su “Anthropology of Music in Mediterranean Cultures” dell’International Council for Traditional Music (UNESCO) e, nel 1996, la pionieristica rivista elettronica Music and Anthropology. I contributi al volume non provengono solo da etnomusicologi, dal momento che Tullia Magrini riteneva che negli studi mediterranei la dimensione storica fosse altrettanto importante di quella antropologica. Questo Gedenkschrift, o volume In Memoriam, è dunque mirato al Mediterraneo, un nodo di interazioni culturali e musicali nel quale ogni sorta di processo antropologico possibile e immaginabile è visibilmente presente.

Musical Anthropology in Mediterranean Cultures is dedicated to the memory of Tullia Magrini, Professor of Ethnomusicology and Anthro­pology of Music at the Corso di laurea in “Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo” (DAMS) and in the Department of Music and Performing Arts of the Università di Bologna, who passed away in 2005. The volume is in more than one way distinctive. First, it gathers contributions in both the Italian and English languages. More important, each contributor has taken this opportunity to express a special indebtedness to Tullia Magrini by connecting with her research experiences and interests. In 1992, she founded the Study Group of the International Council for Traditional Music (UNESCO) which specifically addresses the “Anthropology of Music in Mediterranean Cultures,” and in 1996 Music and Anthropology, a pioneering Internet journal. In keeping with her vision for a common anthropological and historical dimension in Mediterranean musical studies, the contributors come from across the disciplinary landscape. This Gedenkschrift, or memorial volume, is therefore focused on the Mediterranean, a net of cultural and musical interactions in which every conceivable anthropological process is noticeably present.

Informazioni aggiuntive

Peso 410 g
Dimensioni 17 x 24 cm
pagine

Lingua

,

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Antropologia della musica nelle culture mediterranee”